Quando non puoi danzare tu, fai danzare la tua anima. Delbrel
Share this page

Vladimir Derevianko




Vladimir Derevianko

Docente tecnica classica, repertorio e passo a due


Si forma come danzatore presso la Scuola del Bolshoi di Mosca. Nel 1977 entra a far parte della Compagnia del Teatro Bolshoi dove grazie alle sue straordinarie qualità, ben presto, ne diviene primo ballerino.
Lavora con alcuni dei grandi miti del Teatro Bolshoi come Galina Ulanova, Vladimir Vassiliev, Raissa Struckova e Vladimir Nikonov. Sue partners al Bolshoi: Ekaterina Maximova, Liudmilla Semenyaka.
   La sua interpretazione di Mercuzio nel "Romeo e Giulietta" di Grigorovitch è rimasta leggendaria.

   Viene all'attenzione della critica mondiale quando nel 1978 vince al Concorso di Varna la medaglia d'oro ed il “Grand Prix”. Premio speciale quest'ultimo che solo pochi danzatori hanno ricevuto oltre a lui: Vassiliev, Baryshnikov, Dupond, Guillem.

   Nel 1983 si trasferisce in Europa, da quel momento è invitato a danzare come Étoile nelle più grandi compagnie del mondo.

Fondamentali per la sua formazione d'artista poliedrico e versatile sono state le sue collaborazioni artistiche con con Uwe Scholz e John Neumeier in Europae con Yury Grigorovitch e Vladimir Vassiliev al Bolshoi di Mosca.

   Particolarmente significativa la sua lunga e prestigiosa partnership con Noella Pontois.

Ha danzato inoltre con alcune delle più grandi Étoile internazionali: Carla Fracci, Elisabeth Maurin, Elisabetta Terabust, Luciana Savignano, Alessandra Ferri, Eva Evdokimova, Evelyne Hart, Viviana Durante e molte altre.

Ha ricevuto numerosi premi prestigiosi tra cui il “Benois de la Danse” al Teatro Bolshoi di Mosca come miglior danzatore del 1994, il “Premio Nijinsky” dall'Accademia di Kiev come miglior danzatore Europeo nel 2001, il Premio Positano “Leonide Massine” ricevuto per ben due volte, nel 1983 come giovane stella e nel 2004 per il contributo dato al mondo della danza con la sua carriera di grande danzatore, interprete e Direttore Artistico.

Dal 1993 al 2006 è stato Direttore e Maître del Dresden Ballet. In 13 anni di direzione, Derevianko ha costruito e formato un'eccellente compagnia che con lui ha raggiunto i 60 elementi, provenienti da oltre 30 paesi, diventando così una compagnia cosmopolita ed internazionale.
Ha invitato alcuni dei coreografi più importanti dei nostri giorni come Neumeier, Scholz, Ek, Tetley, Kylian, Forsythe a lavorare per la compagnia, sia con produzioni già fatte che con nuove creazioni.
 
Tra le sue creazioni coreografiche più apprezzate “Giselle” del 2000 dove ha curato anche le scenografie e “Don Chisciotte” del 2004.

Dal 2007 al 2010 è stato Direttore e Maître al Maggio Danza Firenze portando la compagnia a vincere il premio " Danza&Danza" come migliore spettacolo dell'anno per l'Italia.

Ha partecipato nel 2012 come membro di giuria al programma televisivo per il primo canale della televisione russa nel programma "Bolshoi Balet".
Dal 2013 è Professeur du ballet  al Teatro alla Scala di Milano.